Da Amalfi al Centro Italia: volontari all’opera. Ieri ospiti delle comunità locali

Con coraggio, forza e amore per il prossimo i volontari della Millennium di Amalfi stanno lottando da ore cIMG-20170119-WA0011-696x522on colonne di neve alte diversi metri. Dopo aver reso percorribili le strade della Costiera Amalfitana, sono partiti alla volta del centro Italia e stanno aiutando le popolazioni colpite nuovamente dal terremoto.

Una situazione veramente critica considerando la grandissima quantità di neve caduta nelle ultime ore, a complicare la situazione lo sciame sismico che ha colpito nuovamente il centro Italia e che molto probabilmente è alla base di quanto successo all’hotel Rigopiano.

Sei volontari della protezione civile che si adopereranno per portare aiuto alle popolazioni in difficoltà, unendosi alla macchina dei soccorsi così come è avvenuto la scorsa estate. Due le squadre di volontari della Millennium attive che stanno lavorando duramente per soccorrere chi ha bisogno. Una di queste, che sta lottando a 1000 metri di quota, sta IMG-20170119-WA0009-e1484842812800cercando di liberare le strade dalla neve, cercando di raggiungere le persone intrappolate in casa. La priorità al momento per gli uomini della Millennium e per i soccorritori in generale è quella di raggiungere le abitazioni rimaste isolate. Ci sono persone che da diverse ore sono costrette a rimanere in casa, senza elettricità e vittime della tremenda situazione che stanno avendo.Occorre intervenire massicciamente in quanto quell’area del nostro Paese è ormai in ginocchio per l’emergenza neve. Con strade bloccate, con neve alta più di un metro, gente isolata, abitazioni ancora senza acqua, luce, gas. Lì dove l’assistenza medica fatica ad arrivare dove occorre e risulta difficile in qualche caso procacciarsi derrate alimentari e medicine, sono interveIMG-20170119-WA0007-e1484843221491nuti Vincenzo, Daniele, Alessandro, Francesco, Prospero e Vincenzo, gli uomini della Millennium di Amalfi che si sono lasciati alle spalle il timore di intervenire in una zona dove il rischio terremoto è altissimo, e con grande generosità stanno spendendo tutte le proprie energie fisiche e mentali, per aiutare chi in questo momento ha più bisogno. Un esempio per tutti.

(Fonte: amalfinotizie.it) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *